Il destino di Viale Certosa: Tutto per gli studenti

Il destino di Viale Certosa è stato plasmato grazie all’intervento del gruppo Yeldo nel ruolo di consulente finanziario. Nel corso di questa transazione, Yeldo ha sovrinteso alla strutturazione e all’emissione di un mini bond destinato a investitori professionali, con un contributo minimo di 100.000 euro. L’interesse crescente degli investitori nel settore dello student housing è evidente, motivato dalla disparità tra l’attuale offerta e la crescente domanda, alimentata dall’aumento degli studenti nel paese. Milano, in particolare, si distingue come la città con la più alta domanda potenziale. Al momento, solo il 6,8% degli studenti fuori sede è coperto dall’offerta esistente, con un deficit stimato di circa 16.000 posti letto a Milano, come indicato da Lorenzo Belloni, Chief Investment Officer del gruppo Yeldo.

Riguardo al futuro di Viale Certosa, questa iniziativa rappresenta la prima collaborazione con un consorzio di investitori privati guidati da Leonardo Bongiorno ed è la seconda operazione promossa da Yeldo nella zona della Certosa. Il nuovo progetto coinvolge un edificio con una superficie totale di 12.000 metri quadrati, destinato a essere trasformato e riqualificato in una residenza per studenti e una struttura di co-living per giovani professionisti. Leonardo Bongiorno ha spiegato che con oltre 300 posti letto destinati a studenti e giovani professionisti, il progetto risponderà alla crescente domanda di mercato. Inoltre, è stato sottolineato che Viale Certosa sarà il primo di una serie di progetti “living” programmata in tutto il Nord e Centro Italia.

In termini di impatto sociale, il progetto prevede una collaborazione con la Fondazione Mike Bongiorno, impegnata nella promozione di politiche sociali a favore dei giovani, inclusa l’assegnazione di borse di studio. La Fondazione supporterà i costi per alcuni degli studenti più meritevoli all’interno della struttura di Viale Certosa.

Quali sono i prezzi degli immobili Milanesi ?

Date le analisi condotte dall’Ufficio Studi Gabetti presso le agenzie Gabetti, il settore residenziale a Milano ha attraversato una fase di contrazione nelle operazioni di compravendita. Secondo i dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, durante questo periodo si sono verificate 17.811 transazioni residenziali, registrando una diminuzione del 16,8% rispetto al corrispondente periodo del 2022. I dati raccolti presso le agenzie Gabetti indicano, invece, una modesta variazione dei prezzi, con un aumento dello 0,9% rispetto al 2022. Ma quanto costano effettivamente le case a Milano? Vediamo i prezzi al metro quadro nelle diverse zone.

Compravendite Residenziali a Milano
Il mercato delle compravendite residenziali a Milano ha subito una flessione nei primi nove mesi del 2023, nonostante la città mantenga un dinamismo considerevole grazie a progetti di ampio respiro e opportunità di investimento immobiliare. L’avvicinarsi delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026 promette uno sviluppo ulteriore, soprattutto nella zona sud, con l’inaugurazione completa della nuova linea M4 della metropolitana prevista entro la fine del 2024. Questo amplierà le opportunità di sviluppo immobiliare, collegando nuove aree chiave della città.

Centro e Semicentro
Nel contesto delle zone di prestigio, Milano ha evidenziato una dinamica di mercato particolarmente vivace, con un aumento dei valori e una riduzione dei tempi medi di vendita. Nonostante il contesto macroeconomico, la domanda e le compravendite nel settore residenziale, soprattutto per la prima casa, non hanno subito impatti significativi. Tuttavia, le esigenze degli acquirenti sono cambiate rispetto al periodo pre-pandemico, orientandosi sempre più verso immobili più spaziosi e flessibili, adatti a ospitare diverse modalità di vita come lo studio da casa e le attività ludiche. L’attenzione si è concentrata anche sugli spazi esterni e sui piani terra con ampi giardini. Le tendenze nelle diverse zone della città mostrano variazioni significative.

Centro Storico
Il centro storico e la zona Magenta continuano a essere tra le più dinamiche, con una crescente domanda e compravendite. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le altre zone della città mantengono stabilità in termini di domanda, compravendite e prezzi. I prezzi per gli immobili di pregio nel centro storico oscillano tra i 6.770 e i 7.860 euro al metro quadro per l’usato, mentre per le nuove costruzioni/ristrutturate si situano tra gli 8.300 e i 10.200 euro al metro quadro. In particolare, in zone come Magenta-Pagano-Castello, le nuove costruzioni/ristrutturazioni di pregio variano da 8.400 a 10.700 euro al metro quadro, mentre nella zona di Brera si attestano tra 10.050 e 12.690 euro al metro quadro.

Quadrilatero
Il Quadrilatero (10.860 – 13.770 euro al metro quadro per il nuovo/ristrutturato) continua a essere caratterizzato da una distanza notevole tra le aspettative dei venditori e la percezione degli acquirenti, contribuendo a mantenere lunghi i tempi di vendita e influenzando la vivacità del mercato.

Palestro, Porta Romana, Navigli
La zona di Palestro-Duse, con immobili di pregio quotati tra 7.380 e 8.330 euro al metro quadro per l’usato e tra 8.900 e 10.400 euro al metro quadro per il nuovo/ristrutturato, è segnalata per una forte domanda da parte di acquirenti con disponibilità finanziarie medio-alte, concentrati nelle zone centrali e semicentrali come Porta Romana, Navigli, Bocconi, Indipendenza, Sempione, Fiera e Pagano. La zona Indipendenza, ad esempio, presenta valori intorno ai 5.800 euro al metro quadro per l’usato in buono stato medio, 6.000 euro al metro quadro per il signorile in buono stato e 6.550 euro al metro quadro per l’ottimo stato, mantenendosi generalmente stabile rispetto al secondo semestre del 2022.

Prendere appuntamento per visionare camere a Milano

L'appuntamento giusto è semplice e veloce!

Semplificare la Ricerca della Tua Casa Ideale

La ricerca della casa perfetta può essere un compito arduo e stressante, specialmente quando si tratta di fissare appuntamenti per visionare le camere e le case disponibili sul mercato. Tuttavia, UniMilano, ha sviluppato soluzioni innovative per semplificare questo processo, rendendo più agevole e accessibile la prenotazione delle visite.

Una delle principali sfide che gli acquirenti e gli affittuari affrontano è coordinare gli appuntamenti per visionare le proprietà desiderate. Spesso, la comunicazione con gli agenti immobiliari può essere complicata, e la disponibilità delle case può cambiare rapidamente.

Con UniMilano,  si eliminano queste complicazioni, offrendo opzioni flessibili per prenotare visite in modo rapido ed efficiente.

Come Funziona:

Prenotazioni via Email:

UniMilano rende semplice il processo di prenotazione attraverso la nostra email dedicata. Gli interessati possono inviare una richiesta di appuntamento specificando la proprietà di loro interesse, la data e l’orario desiderati. Il nostro team si impegnerà a rispondere prontamente, confermando o proponendo alternative per garantire che la visita si adatti alle esigenze del cliente.

Interazione sui Social Media:

Abbiamo integrato la nostra presenza sui social media per facilitare la comunicazione e le prenotazioni. I clienti possono contattarci direttamente attraverso i nostri account sui social media, ricevendo risposte rapide e personalizzate. Questo approccio mira a fornire un canale aggiuntivo per coloro che preferiscono utilizzare piattaforme social per interagire con noi.

Prenotazioni Online sul Nostro Sito Web:

UniMilano offre anche un sistema di prenotazione online diretto attraverso il nostro sito web. Visitando la sezione dedicata alle prenotazioni, gli utenti possono inserire i dettagli desiderati, scegliere la data e l’orario preferiti, semplificando il processo senza la necessità di telefonate o email aggiuntive. Il tuo alloggio ideale potrebbe essere a un passo: prenota una visita con UniMilano e rendi il processo di ricerca della casa perfetta un’esperienza senza stress.

Torna su